giovedì 27 giugno 2013

giovedì 27 giugno 2013

Sono viva!

Ciao a tutte,

non sono scomparsa, rapita o defunta.... sono solo stata molto impegnata con delle decisioni piuttosto importanti.

Ho abbandonato TEMPORANEAMENTE la creatività, per dedicarmi a cose concrete che andavano riviste e modificate.
In sostanza, dopo 4 anni e mezzo in un posto (lavorativo) d'inferno, cambio lavoro.
Ho fatto il colloquio un paio di settimane fa, ho fatto due prove di mezza giornata e ho deciso di cambiare, con molte perplessità, dubbi e paure.
Ma era da fare e non avevo scelta.
Dove lavoro, a parte avermi distrutto la salute e l'autostima, le cose vanno tanto male da far fatica a farmi la paga, non posso vivere nel limbo del "Chissà quando vedrò i miei soldi!" per cui nonostante il nuovo posto non mi piaccia particolarmente, ho deciso di accettare il cambiamento e di dimettermi da sto posto di merda (scusate il linguaggio!!!).
Ho avuto 20 gg molto difficili, pieni di dubbi, paure, angosce e incomprensioni, anche a casa. Non ho avuto lo spazio e l'umore per dedicarmi a quello che amo fare, ho subìto una specie di standby creativo.

Aggiungeteci il pensiero di un marito disoccupato e scontento, il trasloco imminente, il bisogno di pianificare, ordinare, decidere per i mobili, la cucina, le tinte.
Insomma arrivo a casa che sono esausta, pur non avendo fatto chissà quali cose.
Spero quindi perdoniate la mia assenza, con la promessa di tornare con le nuove idee che ho in cantiere e che ogni tanto fanno capolino.
Mi spiace per loro, di doverle lasciare abbandonate in qualche cassetto, in attesa che la nebbia di dipani e che io possa tornare a vedere il mondo a colori.

Non so bene come andrà nel nuovo posto, purtroppo cambierò anche orari (e ovviamente avrò meno tempo) e non avrò accesso ad internet dall'ufficio, per cui potrò essere con voi solo la sera o nei week end.

Spero di essere più serena di ora, che con la serenità arriva anche l'energia sufficiente per fare tutto il resto. Spero di poter dedicare qualche ora nei fine settimana, di poter impostare la cameretta come la mia craft room, più spaziosa ed organizzata. Spero di presentarvi cose nuove, progetti di paste polimeriche e cucito, nonchè di bijoux. Spero vada tutto bene.

Sappiate che a breve avrò le chiavi della nuova casa e vi renderò partecipi chiedendovi consigli e facendovi vedere come viene...... ci state?

Ringrazio tutte voi che mi seguite con pazienza e mi scuso se non passo spesso nei vostri blog, ma ora avete capito il perchè.....

Un abbraccio a tutte e buona creatività.


Ciao Erika




mercoledì 12 giugno 2013

mercoledì 12 giugno 2013

Anteprima pantalone

Ieri sera sono andata alla penultima lezione del corso. Ho giusto il tempo per terminare i pantaloni e forse mettere le mani di nuovo sulla camicia di mio marito.

Oggi voglio raccontarvi cosa ho imparato e mi scuso se non sarò molto precisa.

Prima di tutto ho fatto il cartamodello del pantalone in base alle mie misure.
Il disegnino qui sotto è solo per fare un esempio di come viene il disegno con qualche riferimento, ma ovviamente è stato fatto su due piedi e senza guardare bene le misure, ma il cartamodello a dimensione reale è ovviamente corretto.

Ho tagliato la carta e preparato la stoffa. Ho scelto un color corallo, un lino-cotone fresco e facile da cucire.
Una cosa interessante è che mi è stato spiegato che il cartamodello va posizionato sulla stoffa ripiegata a metà (dove la parte interna è il dritto) ma va fatta molta attenzione al DRITTO FILO, ossia la linea della metà della gamba deve essere tutta alla stessa distanza dalla cimosa, dalla vita alla caviglia. Questo garantirà, anche per i tessuti più difficili, una caduta del pantalone dalla vita in giù, perfetta.

Una volta fatta questa operazione, si puntano gli spilli, si segna col gesso il contorno del cartamodello e poi anche i centimetri per le cuciture. In questo caso 2 per i fianco gamba e 3 per vita e fondo pantalone.


Ammetto di aver scelto un modello abbastanza semplice, senza piches e di taglio sportivo e largo, proprio come piacciono a me.
Se decidete come me di fare le tasche applicate, anch'esse vanno disegnate e poi riportate su tessuto, ricordandosi di aggiungere i centimetri cucitura.

Una volta tagliata la stoffa, riporto con le marche il fondo, la vita e la posizione delle tasche, poi procedo con l'imbastitura e la cucitura dei fianchi delle gambe del pantalone. Se avete deciso di mettere le tasche come ho fatto io, ricordate di applicarle prima, altrimenti dovrete scucire mezzo pantalone come è capitato a me ieri sera!!!
Fatto questo appoggio la cucitura del cavallo davanti e dietro in modo che combaci perfettamente e cucio la parte davanti e la curva del sedere facendo molta attenzione a TIRARE AL MASSIMO la stoffa. Ricordatevi che se non lo fate, la prima volta che vi sedete, rimanete in mutande!!!
La cucitura del cavallo e del davanti e dietro, va ripassata due volte per renderla forte.
A questo punto provo il pantalone, segno la lunghezza dell'orlo così come l'avete decisa e poi controllo che la vita vada bene con un piccolo segreto.

In questo modello ovviamente la vita è larghissima, ho infatti deciso di inserire un elastichino e la coulisse come nel modello che avevo visto. Quindi, prima di procedere con altre cose, ho fatto un'imbastitura lunga in vita lasciando le estremità del filo più lunghe e una volta indossati i pantaloni ho tirato a mo di coulisse e il pantalone si è arricciato. Se va bene, potete procedere con i fori per il laccio passante.

Quindi... su uno strato solo di tessuto (non fate come me che ho messo il tessuto doppio è ho porcato un mondo per togliere i punti!!!) faccio due occhielli di circa 1 cm e mezzo a 2 cm dal centro del pantalone, utilizzando il vostro piedino apposito, proprio come doveste poi mettere dei bottoni.

Una volta fatto questo, potete ripiegare il tessuto sulla vita calcolando l'altezza dell'elastico da far poi passare all'interno....



Ecco, sono arrivata a questo punto. Il pantalone è praticamente finito, manca davvero poco. Passare l'elastico, fermarlo, passare il nastro per la coulisse e fare l'orlo.....

Li ho già provati ed è stato subito amore!!! Credo ne farò un altro paio e nei prossimi giorni ve li farò vedere indossati.....

Trrroppoooo belli!

Scusate per la noia... ahahah!

Erika

giovedì 6 giugno 2013

giovedì 6 giugno 2013

Corso di cucito.... siamo agli sgoccioli!

Dopo aver combattuto per settimane per fare una camicia a mio marito, ieri sera, alla lezione di recupero, ho iniziato i pantaloni.
Ho fatto questo corso principalmente per questo, per imparare a farmi pantaloni sportivi o eleganti e a due lezioni dal termine ancora non avevo iniziato!!!!
La camicia di mio marito mi ha portato via 4 lezioni e non è ancora finita. Sarò stata io di cattivo umore nelle scorse settimane, ma è stato uno strazio. Troppo difficile per me che non ho ancora mano e comunque cosa posso mai aver imparato? Di sicuro non ne rifarò un'altra nemmeno sotto tortura!
Poi mio marito l'ha provata, gli pareva lunga, ha voluto che la accorciassi decidendo lui la misura. Taglio, faccio l'orlo e nel provarla decide che non va bene, che è troppo corta..... l'avrei ucciso. Ho messo da parte la camicia ed ho iniziato i pantaloni. Non perdo altro tempo per una cosa che non porterà mai e che mi risulta difficilissima!

Con i pantaloni è andata meglio, avevo preso molti appunti su come fare il cartamodello e in un attimo ieri sera ho disegnato e tagliato.
Farò una cosa tipo questa...


...non a vita così tanto bassa, ma una cosa morbida e sportiva, io adoro questo tipo di pantaloni e ne porto veramente una montagna durante tutta l'estate.
Il tessuto che ho scelto è un misto lino e cotone color corallo. Non andrò al mare e quindi non prenderò il sole da poter fare risalto con l'abbronzatura, ma non importa!!!

Con lo stesso cartamodello me ne farò un altro paio, magari neri e poi per l'inverno proverò a farne un paio più grossetti e con la zip.
Insomma devo provare per imparare.

Sono quindi giunta quasi alla fine di questo secondo corso e ho già prenotato il terzo, pur non sapendo esattamente se lo farò o meno. Essendoci sempre molta gente in lista, ho preferito tenere il posto e poi potrò decidere.
Se ne riparlerà dopo le vacanze.

Un'altra novità..... abbiamo trovato casa. Un appartamentino con due camere in affitto, ieri ci hanno dato la conferma, quindi per i prossimi mesi vi romperò le scatole con colore da dare alle pareti, cucina nuova e progetti creativi casalinghi. Magari avrò anche molto tempo in meno e una connessione ballerina. Vi chiedo già perdono!!

Ciaooo
Erika



martedì 4 giugno 2013

martedì 4 giugno 2013

Di nuovo primavera!

 Eccomi tornata con la primavera da indossare.
Purtroppo, nonostante siano già i primi di giugno, la primavera, il sole e il caldo tanto atteso, ancora non si sono presentati. Anche gli abiti primaveril-estivi sono riposti ancora negli armadi, dando spazio a giacche in lana e giubbini inernali.
Una tristezza, non c'è che dire.

Però oggi vi presento un'altra parte della mia personale primavera. Allegri fiorellini in pasta polimerica accompagnati da cristalli di Boemia color champagne.



E per accompagnare queste piccole chicche per orecchie, ho deciso di fare una collana con catena argentata a riso, una perla in vetro arancione, il solito cristallo di Boemia sfaccettato e il fiore arancio, che ricorda tanto il sole al tramonto.


E come farsi mancare il bracciale? Molto molto semplice, utilizzando gli stessi materiali e un fiore cicciottoso che pare morbido.


Sullo stesso genere questi fiori fuxia, leggermente più grandi, sempre accompagnati da cristalli di Boemia, questa volta di un tenue e romantico rosa. 
Al posto della monachella fatta a mano, due perni con pallina e farfallina.


Anch'essi accompagnati da una collana lunga e molto semplice, dove l'unico protagonista rimane il fiore fuxia.


Sono simpatici, un po' come le margherite per la bella Meg Ryan nel film "C'è posta per te".

Un po' di colore, un po' di allegria sincera in questa primavera tardiva che ormai non credo vedremo più.
Ecco a voler vedere il lato positivo.... ho risparmiato sul condizionatore in ufficio!

Ciao a tutte e buona settimana.

Erika


giovedì 30 maggio 2013

giovedì 30 maggio 2013

Di Polyvore in Polyvore....

E' da diversi anni che ho scoperto Polyvore e a momenti alterni mi diverto a creare 
outfit con questo armadio virtuale.
Da qualche giorno ho scoperto delle altre funzioni che ignoravo e sto davvero 
passando ore rilassate (quando posso ovviamente) a cercare quello che mi piace 
con i vari abbinamenti.

Si mi rendo conto che questo non ha nulla a che fare con la creatività vera e propria, 
ma mi diverto, un mondo!!!

E' come aprire l'armadio e dire.... bene, cosa mi metto oggi? 
Non potrei mai farlo a casa mia, vista la scarsità del mio guardaroba, ma pensateci un attimo... 
non è forse comodo decidere un abbinamento e poi andare a far shopping 
sapendo già cosa cercare?


Francesca



Ovviamente, anche se la primavera è ben lontana a livello meteo, gli abbinamenti 
son fatti tutti nella speranza che questa disgraziata si stabilizzi sopra ai nostri cieli, 
portandoci sole e caldo.
Per questo motivo ho fatto due abbinamenti con un bel paio di jeans.
Nel primo predomina il rosso e nel secondo il giallo.


Barbara

Barbara by verika74 featuring a patent leather belt

Onestamente... non è che io impazzisca per le ballerine. Ne ho giusto un paio color tortora
chiaro e le uso anche poco... però quando sono carini questi abbinamenti per tutti i giorni?
Per lavoro, aperitivo, sabato a fare spese.... io li trovo stupendi.



Paola 1

Paola 1 di verika74 contenente michael kors cardigan

Il terzo e ultimo abbinamento di oggi è un po' più ricercato. Simpaticissimo per questa
gonna che da sola pare fatta con un pezzo di tovaglia, ma in abbinamento ad una camiciola
elegantina e un tacco colorato, secondo me è stupenda.
Adoro questa borsa poi.... superlativa!

Voi che ne dite?
Vi divertite mai con Polyvore? E che rapporto avete con la moda?

Ciao a tutte.

Erika

martedì 28 maggio 2013

martedì 28 maggio 2013

Esperimenti

La creatività per me non è sempre rilassante e vittoriosa.

A volte capita di prendere in mano un progetto e già da subito incontrare difficoltà. Le sfide mi piacciono sempre, anche se a volte proprio non si vince.

Domenica è stata una giornataccia. Dallo smarrimento della mia preziosa forbice da cucito (e chi come me lavora con le stoffe sa che è cosa fondamentale avere una forbice che taglia!!!) al fatto che ho tentato di fare due lavori con due stoffe diverse e non sono riuscita a combinare un tubo.
E' anche colpa mia comunque, con la fissa per le stoffe elasticizzate che sono difficili da cucire. Ho acquistato un set di aghi appropriati, per il jersey e per i tessuti strech, ma nonostante i tentativi non sono riuscita a combinare un tubo.

Lo scrivo qui perchè magari qualcuna di voi ha più esperienza e mi saprà illuminare.

Ho provato a fare una maglia con collo a cappuccio. Nessun problema per il cartamodello, taglio della stoffa (tra le imprecazioni perchè la mia amata forbice se l'è data a gambe!!) imbastitura e prova. Tutto bene.
Ma al momento di cucire non c'è stato verso. Cambiando ago il risultato resta lo stesso, la macchina non mi cuce nemmeno un punto, niente. Ho riposto il progetto e stasera chiederò a Rosita il motivo.
Sarà la macchina? Ho provato a cucire un pezzetto di cotone e va benissimo.... ergo, sarà la stoffa!

Prendo quindi in mano un secondo progetto... un abito monospalla con fantasia anni 70, tessuto leggero e leggermente elasticizzato.
Anche qui procedo senza intoppi fino al momento di cucire. Cambio ago e parto.... cuce, ma arrivata in fondo al primo fianco mi accorgo che il tessuto si è arricciato e per sistemarlo e stendere il tessuto, la cucitura si rompe. Riprovo cambiano tensione e ago, ma il risultato non cambia.

Non è proprio stata la mia giornata.... e spero che stasera mi risolva sto dilemma perchè proprio non capisco!

Diverse settimane fa invece è andata un pochino meglio. Avevo visto una maglia in un catalogo e mi piaceva com'era fatta. A casa non avevo la stoffa adeguata, ma ho voluto sperimentare comunque utilizzando una stoffa giallo girasole tipo raso, leggermente lucida ed elastica.

Sono riuscita a fare solo una foto, questa che vedete qui sotto. Il colore è un po' falsato e ovviamente a me sta malissimo, essendo bionda e pallida, ma addosso ad una mora lo vedrei molto bene.

Sulla spalla ho fatto una piccola piegolina (ve lo dico perchè non pensiate che sia messa male sulla gruccia) e sulla parte davanti è arricciata con un elastico sottile, mentre la parte dietro è liscia.


Il tessuto essendo anche pesantino cade bene e la lunghezza sarebbe perfetta per i legghins o per gli short in jeans... per chi se li può permettere ovviamente.

Al corso sto facendo una camicia per mio marito. Mi sta portando via un'infinità di tempo e ad averlo saputo non la cominciavo nemmeno. Anche perchè ci sono diverse cose che volevo fare e che non farò in tempo. Stasera è la quart'ultima lezione, poi penserò se partecipare al corso di settembre (giacche e cappotti) o se dilettarmi con quel che so fare.

Un bacione a tutte e scusate la latitanza.

Erika

lunedì 20 maggio 2013

lunedì 20 maggio 2013

La primavera, portiamola addosso...

Ho fatto questi orecchini lo scorso autunno.
Avevo promesso a me stessa che avrei postato nuovamente le foto in primavera.... ma considerato la primavera che NON abbiamo ancora avuto, direi che sono in ritardo.
Stanca di aspettare che il tempo sia clemente, ho deciso di ri-proporli di nuovo.

I fiorellini sono fatti in pasta polimerica interamente fatti a mano. Non sono difficili da fare, anzi li trovo piuttosto graziosi e simpatici.

Nel mio colore preferito ovviamente.



Per questo primo paio, di cui vi ho messo diverse foto, ho utilizzato una base in metallo, monachelle fatte a mano con filo di rame argentato e una cascata di cristalli di Boemia azzurri.


Vabbè lo ammetto.... li adoro!!!


OF6755: orecchini pendenti con filigrana metallica, una cascata di cristalli di Boemia da 6 e 
fiore in pasta polimerica fatto a mano diametro cm 1. Lunghezza totale cm 6.


Questo invece è più semplice, ho utilizzato una monachella commerciale, un fiorellino bianco e turchese e dei biconi in vetro sabbiato che trovo stupendi!!!


Insomma, se la primavera non arriva, noi ce la mettiamo addosso e la facciamo nostra. Giusto?


Ne ho fatti di diversi colori, magari ve li ripropongo nei prossimi giorni.


OF6750: Orecchini con fiore in pasta polimerica fatti a mano, diametro cm 1,3 e vetro bicono, lunghezza totale orecchini cm 4



Questo fine settimana mi sono data al riposo... più o meno. Nel senso che ho avuto diverse cose da fare e ho abbandonato l'idea di mettermi a cucire. Il tempo non è stato proprio schifoso come dicevano le previsioni, quindi sabato siamo stati in avanscoperta alla ricerca della cucina.... e ieri passeggiata e gelato.

Oggi ricomincia una nuova settimana... e speriamo che arrivi anche un po' di caldo.

Ciaooo
Erika



venerdì 17 maggio 2013

venerdì 17 maggio 2013

Come nasce un sacchettino.... Mini-tutorial senza pretese!

Ok... niente panico!
Partite dal presupposto che non ho mai fatto un tutorial in vita mia, quindi prendete questa cosa come una cronaca di come sono nati i sacchettini delle mie ultime bomboniere, senza voler essere "quella che vuole insegnare", che non mi sento proprio all'altezza.

Però se v'interessa, continuate a leggere e scoprirete come ho fatto una cosa che san fare tutti ahahahah!

Prima di tutto ho scelto la stoffa, un piquet di cotone giallo tenue, proprio come ha scelto Francesca. Ho tagliato strisce della misura di circa 30x10 cm.


Sul lato corto ho fatto uno zig-zag perchè il tessuto tende a sfilarsi. Ad essere sincera sarebbe stato da fare anche sui lati lunghi, ma sarebbe venuto un lavoro molto laborioso e stiamo parlando di un sacchettino in fin dei conti no.... ho optato quindi solo per il lato corto.


Ho ripiegato i due lembi di circa cm 4.5 per parte. Questo particolare tessuto non ha molta differenza tra dritto e rovescio, però se usate un tessuto che obbiettivamente ha un dritto ben preciso, la piega va fatta verso la parte interna. Infatti i due lembi verranno poi all'interno del sacchettino. 
Poi, come in foto, piego a metà dritto contro dritto come in foto.


Sono pronta ora per cucire i due lati. Io ho cucito circa a 1 cm dal bordo, così che la larghezza del sacchettino finito venga 8 cm. Ovviamente modificando le misure del taglio di tessuto o della cucitura, il sacchetto avrà un'altra forma.


Una volta fatte le cuciture con punto dritto, tagliate il tessuto in eccesso (qui l'avevo già fatto) e MOLTO importante, tagliate l'angolo come nella foto sotto, in modo che una volta che girerete il lavoro, il tessuto in eccesso non farà nodi o spessori che faranno stare male la stoffa.


Eccoli qui tutti insieme.


Ora, con molta pazienza e aiutandovi con un ferro da calza, una penna col tappo arrotondato, vedete voi.... girate i sacchettini, facendo uscire bene gli angolini, che precedentemente avete rifilato come vi dicevo.
Il risultato è quello sotto e i vostri sacchettini sono finiti.
Ovviamente il passaggio successivo che io non ho fotografato, è lo stiro del sacchettino, in modo da dargli una forma ordinata e definitiva.


Oplà... il risultato eccolo qua!
Questo è il sacchettino nato dalla striscia di stoffa 30x10, poi decorato come meglio credete voi ovviamente.


Se invece vi piace un sacchetto tarchiato e cicciotto, non dovete far altro che modificare a vostro piacimento le misure della stoffa, magari provate a farne uno e vedete se vi garba.


Per questa settimana ho concluso.... 
Nel week end mi metterò a far altro e poi ovviamente vi renderò partecipi... vero che siete contente???
Ahahahaahah!

Ne approfitto per ringraziare tutte le nuove follower, spero di essere passata da tutte voi e di non aver perso per strada qualcuno come a volte capita. Grazie a tutte per i complimenti, le visite e per essere diventate amiche di blog.
Un bacione a tutte le vecchie follower che mi seguono da un po'!!!

Ciao e buon week end... per quel che può essere buono col diluvio!!!!

Erika

mercoledì 15 maggio 2013

mercoledì 15 maggio 2013

Maglie fai da me!

Ciao a tutte, alle nuove e alle vecchie....


Oggi continuo con la carrellata (breve) delle cose che mi sono fatta con le stoffe trovate in super saldo in giro per cestoni.

Ho preso questa stoffa che faceva ancora molto freddo, è di una morbidezza e di una leggerezza senza pari. La sognavo già sotto forma di maglia leggera, che abbracciava il corpo e lasciava passare il calore del sole.

Ovviamente non l'ho mai messa, perchè a quanto pari si passa dall'inverno all'estate, con soli 3 giorni di primavera.
Ad ogni modo....

Eccola qui, su fondo bianco delle pennellate disordinate di verde petrolio, blu e caffelatte. Sinceramente non so che stoffa sia, è leggermente elastica, semi trasparente ma morbida e leggerissima.


Ho voluto fare come sempre, una maglia abbastanza lunghetta, da portare con i legghins o con i jeans.
Maniche molto ampie e squadrate, scollo tondo e il resto aderente.


La seconda maglia invece ha una storia..... ahahahaha.... Le imprecazioni che non ho espresso facendola non le potete immaginare.
Presa la stoffa in maglina elastica, appositamente per farmi una maglia, visto che in negozio non ne trovo come dico io, le faccio da me, vi pare?
Parto con l'idea di una maglia a mezza manica, ma poi rifletto e mi dico che non la porterò per un po' viste le previsioni. Decido quindi di aggiungere della stoffa e fare una manica a tre quarti.
Tutto bene.... l'ago fa i capricci e scopro che la maglina ha bisogno di un ago apposito. Esco e li vado a comprare.
Mi rimetto in cucitura, tutto perfetto.... la stoffa scivola via bene.


Poi a maglia finita, decido come fare il collo e viene una schifezza...... disperazioneeeee.... taglio, ricucio, ritaglio, modifico, per poco non restavo senza maglia ahahahah!
Insomma non è venuta come speravo, ma del resto non posso nemmeno buttarla, vorrà dire che la metterò per andare a far la spesa ahahahah.


Che poiiiii.... una volta riflettuto, ho capito che il collo era venuto uno schifo, perchè avevo saltato e sbagliato dei passaggi... me furrrrba come una faina.

Ho degli altri tessuti, sappiatelo... bianco, nero e turchese. Ci riprovo, eccome se ci riprovo.....

Ciao bimbe!

lunedì 13 maggio 2013

lunedì 13 maggio 2013

Abito bianco e nero... fai da me!

Eh lo so, sono stata assente la scorsa settimana, mi perdonerete. Ho finito alcune cose che avevo iniziato, ne ho fatte di nuove, ho provato, fatto esperimenti.... avrei potuto comunque aggiornare il blog, ma detesto mettere foto scadenti....

Ok, quelle sotto non sono comunque un granchè in effetti, ma non potevo aspettare oltre, altrimenti scappate via tutte! Ahahaahh!

Durante il corso di cucito, è nato questo vestito! 
Ho preso sta stoffa da un cestone, credo di non averle dato più di 4 o 5 euro di tutta la pezza. Volevo fare una gonna lunga, di quelle che vanno di moda adesso. L'ho fatta vedere a mia mamma e a mia suocera e tute e due hanno detto: VESTITO!

Portata al corso, giusto per farmi dare qualche suggerimento, Rosita mi dice "Questa stoffa va spezzata, perchè a guardarla fa girare la testa... per il disegno!".
E così sia..... è nato questo vestitino senza maniche leggero, fresco e psichedelico!


Si mi rendo conto che la modella non è un granchè.... ahahahaha sono io!
Ho tagliato la testa, non perchè non voglio che mi si riconosca, figuratevi.... solo che avevo appena fatto la doccia, capelli grondanti d'acqua e faccia inguardabile, si insomma, voglio mica far scappare nessuno io eh!


Ma facciamo le serie eh.... allora, come vedete l'abito è poco sopra il ginocchio, la gonna morbida sul fondo e appoggiata ai fianchi.
Ho spezzato il disegno con una fascia in maglina bianca, anche se nelle foto pare messa obliqua, temo sia la posizione della "modella", perchè sia nel cartamodello che nell'abito, è perfettamente dritta!!!


Ho optato per lo scollo quadrato, sempre in maglina bianca.
Un normale orlo sul fondo e un giro di sbieco nero all'interno delle maniche.
Ovviamente ha delle piccole imperfezioni, ma nel complesso sono molto soddisfatta di com'è venuto.


Dovrei decidermi di fare qualche vestitino colorato, visto che gli ultimi due sono praticamente bianco e nero..... 
Come trovate la mia opera????

Ringrazio tutte le nuove follower che grazie all'iniziativa di Kreattiva hanno iniziato a farmi visita. Ho avuto anche io occasione di conoscere nuovi blog, tutti molto belli e molto interessanti.

Ringrazio anche per i premi ricevuti, non appena avrò il tempo seguirò le regole e li donerò a mia volta a qualche blog creativo meritevole....

Ciao a tutteeeee.
Erika

venerdì 10 maggio 2013

venerdì 10 maggio 2013

Settima edizione di Fatti Conoscere su Kreattiva



Sono assente da un po', me ne rendo conto.... il tempo scorre che nemmeno me ne accorgo. 

Oggi ritorno per informarvi che partecipo per la prima volta a Fatti Conoscere su Kreattiva, arrivato già alla settima edizione.
E' una simpatica iniziativa che ci aiuta a fare nuove amicizie e nuovi incontri tra blogger che han fatto della creatività la loro bandiera.... un lavoro... un momento di sano relax e divertimento.

Io, tramite il folto elenco di partecipanti, ho già trovato dei blog splendidi, che mai sarei riuscita a scovare nella giungla del web.

Una bella iniziativa davvero!

Partecipate anche voi su!!!

Ciao
Erika

lunedì 6 maggio 2013

lunedì 6 maggio 2013

Borsa Richiudibile

Ve la presento subito.... lei è Lella, la padrona del blog Creare per Hobby. Non so nemmeno come sono arrivata al suo blog, ma se guardate sulla destra, c'è un bannerino che vi porta al suo nuovo SAL.
E' bellissimo "lavorare" con lei. E' generosa, disponibile e condivide moltissimo, basta seguirla.
Vi consiglio di andare a farle visita!

Questa premessa per presentarvi il primo lavoro che ho fatto grazie al suo aiuto, ai tutorial che mette a disposizione come SAL e da cui è nata con "viva e vibrrrrante soddisfazione (Cit. Crozza)" la mia prima borsa richiudibile.



Avevo da mesi questi tessuti in cotone americano, fermi nella scatola. Aspettavano solo un progetto adeguato, perchè usarli per altro mi pareva di sprecarli.
Così ho atteso i vari passaggi di Lella, mandandole le foto mano a mano che procedevo.


Così eccola qui, con un bel tessuto a righe e a pois sui toni del rosa, ho creato questa borsa richiudibile, ottima come regalo alla mamma o alla nonna, ottima da tenere comoda in borsa per ogni evenienza.
Bellissima da vedere.


La "tasca" è in tessuto leggermente imbottito e trapuntato, un bottone ambra che richiamasse qualche righina gialla del tessuto.
Manici resistenti e tutta un'allegria di colori!


Giuro che a farla mi sono divertita immensamente e non appena metterò le mani su altro tessuto che merita, ne farò un'altra, da regalare alla mia mamma.
Se non ricordo male, il tessuto devo averlo preso da Perle's and Co., ce ne sono di diverse fantasie, anche se non sono proprio economici. Bellissimi si!


Eeeeh.... no, non posso dirvi come l'ho fatta, chiedete a Lella, che il tutorial è suo ed è talmente ben fatto e divertente, che non voglio togliervi la soddisfazione di farlo con lei.


Ora, a testimonianza di com'è divertente, sto partecipando ad un altro SAL, ma... Lella se leggi capirai anche il mio ritardo nel inviarti le foto del lavoro finito, mi sono resa conto di aver qualche problema di misure, quindi forse dovrò ricominciare da capo. Si... sto facendo un porta kleenex... un copri porta kleenex. Insomma se cliccate sul banner in alto a destra lo vedete!!!

Allora? cosa vene pare? 

Ringrazio ufficialmente Lella, per la gentilezza e la disponibilità.

Ciaooo
Erika

venerdì 3 maggio 2013

venerdì 3 maggio 2013

Borsa in jeans con i gatti!

Il motivo che mi ha convinta a iniziare il corso di cucito, ad ottobre dello scorso anno, non era tanto per farmi camicette o gonne, era perchè avevo subito il fascino del "fai da te" casalingo, legato a tovaglie, cuscini, borse colorate. Ovviamente avevo cercato un corso meno impegnativo, anche economicamente, e non trovandolo mi ero fatta convincere per questo corso di taglio e cucito di base, che nulla aveva a che fare con le tende, le borse o le presine da cucina... ma mi avrebbe insegnato ad usare una macchina, a fare imbastiture e orli, tutto quello che pensavo mi sarebbe bastato.

Poi il corso ha preso piede e mi sono innamorata di cartamodelli e di quello che da un pezzo di stoffa poteva nascere.
Una gonna, una maglia, un vestito.

Poi mi sono incollata letteralmente a Youtube e da lì ho colto ed imparato molte altre cose, stavolta decisamente più creative e se vogliamo inutili.

Quindi è nata la mia prima borsa!!!
Dopo la gonnellina in jeans (che speravo di portare in questi giorni di primavera, ma non fa che piovere!!!) ho avanzato abbastanza stoffa da potermi lanciare senza rete in questa avventura.



Eccola qui, la mia prima creatura, nata dal nulla.... nel senso che mi sono fatta da sola il cartamodello, ho scelto le misure e magari non è venuta perfetta come volevo, ma è tutta opera mia.


Cuori e gattini in feltro spesso e rigido, incollati con colla apposita per tessuti, lasciata asciugare sotto il peso del vocabolario di inglese.
Adoro i gatti e adoro l'azzurro... questa borsa è proprio per me!!!


Con un po' di difficoltà iniziale e qualche lieve imperfezione, ho foderato la borsa con un raso giallo intenso, molto colorato, molto sole, molto estate.
Ho fatto due tasche interne alla borsa, per mettere il cellulare e altro.


Una bella cerniera azzurro chiaro, e la tracolla fissa... non avevo i ganci per farla allungabile, ma non mancherò la prossima volta! Giuro!


Sono soddisfatta, anche con tutte le imperfezioni che può avere.
Non escludo di riproporla, magari in altri colori e tessuti e magari postando i passaggi e il cartamodello... quando sarò più brava!!! Giuro!

Ciaooo
Erika

martedì 30 aprile 2013

martedì 30 aprile 2013

Facciamo spazio

Ok, lo ammetto, mi sto dando anima e corpo al cucito, al corso di cucito e ai vari SAL a cui mi sono iscritta che riguardano il cucito. Sono diventata noiosa....
Il punto è che ho scoperto che il cucito mi rilassa moltissimo, adoro le stoffe colorate, i fili, i progetti su carta che prendono forma.
In questi giorni ho fatto diverse cose, ve le mostrerò non appena riuscirò ad avere mezza giornata di sole per fare le foto.

Nel frattempo... amiche perlinatrici, vi è mai capitata l'esigenza di fare spazio?
Non che non ne abbia, considerando che non lavoro più con i bijoux e che non acquisto più nulla da un pochino, direi che non ho la necessità di far spazio, più che altro è il desiderio di ripulire.

Ho deciso quindi di utilizzare i materiali singoli (come la catena in alluminio lilla qui sotto) per creare cosettine che poi inserirò in una cartella a parte e a cui applicherò dei prezzi davvero vantaggiosi a chi vorrà acquistarli.
In questo modo, farò spazio ed eliminerò materiali che comunque non ho più intenzione di acquistare.
Sarebbe anche opportuno, nel caso proprio non riuscissi a trovare l'ispirazione per le creazioni perlinose, di mettere all'asta i materiali che intendo eliminare.... ma queste sono cose a cui devo pensare con calma.

Quindi, veniamo a due creazioncine... del genere che vi dicevo. Avevo dei rimasugli di catena lilla, la rolò che mi piace tanto, ma che in queste tonalità trovo piuttosto impegnativa. Credo mi sia addirittura stata regalata, pensate un po'.
Infatti io non amo molto le catene colorate, preferisco colorare con le perle.


B7084

Ad ogni modo, questo bracciale, oltre alla catena colorata, ha una cascata di perlozze sui toni del viola e del melanzana, biconi in vetro, cristalli di Boemia peridotto, un moschettone per chiusura e voilà!


Niente di trascendentale, molto semplice, molto visto e rivisto...


Il secondo bracciale invece è sui normalissimi toni dell'oro.
Ho preso queste perle in vetro arancio davvero un sacco di tempo fa. Ne avevo fatto una collana ultra colorata con due grandi cuori arancio. Poi l'ho smontata ed usati i componenti per altro, ma mi rimanevano perle e quindi ho dato loro nuova vita con questo bracciale.

B7088

Queste olive squadrate in vetro ho voluto abbracciarle col filo metallico oro, così da dare movimento, valorizzate anche dagli intercalari ritorti, anelli chiusi che io uso anche come componenti di catena per le collane.


Anche qui la chiusura è un moschettone senza troppe pretese... tanto colore per una primavera che non arriva mai!


Ecco per ora cosa è uscito dalle mie scatole del materiale spaiato, se riuscissi a trovare del tempo, magari potrei proporvi anche altro, ma al momento è tutto qui.....

Si lo so, posso fare di meglio ahahahahah!

Ciao Erika


 

Preziosi Bijoux Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | Ugg Boots Sale | web hosting